“La notte dei desideri” di Michael Ende
IL LUNEDì DEL PICCOLO LETTORE
11 Ottobre 2018

Titolo: La notte dei desideri
Autore: Michael Ende
Prezzo di copertina: €
Età di lettura: dai 7 anni

Belzebù Malospirito è un mago. Badate bene, però: non un mago delle fiabe, di quelli buoni e generosi, che desiderano il bene per il mondo e
amano incondizionatamente tutte le creature viventi della Terra… sciocchezze!
Belzebù è un cattivo come pochi, egoista e brontolone, opportunista e antipatico, al servizio di un capo ancora più malvagio di lui! Ed è proprio un
emissario di quest’ultimo che, alla vigilia della fine dell’anno, passa a far visita al nostro fattucchiere. Vuole sapere come mai le cattive azioni previste
dal loro contratto non sono state compiute, e se entro mezzanotte l’accordo non verrà rispettato egli si prenderà niente di meno che la sua anima
e Malospirito finirà agli inferi.

Peccato che Belzebù abbia un asso nella manica: con l’aiuto di quella stregaccia di sua zia, Tirannia Vampiria, potrebbe regalare al mondo una notte di San Silvestro talmente piena di orrori e di malvagità da essere ricordata per sempre, senza venir meno al suo patto con il diavolo. Come riuscirci?
Attraverso la preparazione del satanarchibugiardinfernalcolico Grog di Magog, una pozione difficilissima da ottenere che consente di realizzare il contrario di qualsiasi desiderio si esprima. Vale a dire che se voglio diventare bellissima e dalla pelle perfetta dovrò pronunciare qualcosa tipo: «Desidero diventare orribile e piena di brufoli». Lo trovate divertente? Be’, non lo è poi così tanto se pensiamo alle scempiaggini che Malospirito e Tirannia potrebbero compiere con un simile stratagemma.

Il destino del nostro pianeta si direbbe perduto, se a intervenire non fossero due eroi davvero singolari: un gatto grasso e sempre assonnato, Maurice, che si crede un menestrello ed è convinto che il suo padrone Belzebù sia l’uomo più onesto e gentile di questa terra, e Jacopo Gracchi, un corvo vecchio e spelacchiato, al servizio di Tirannia Vampiria, almeno fino a quando le sue vecchie ossa gli consentiranno di volare. Dite che siamo perduti, eh? Forse vi sbagliate. Soprattutto quando scoprirete che i nostri amici fanno parte del Gran Consiglio degli animali e che hanno molto più coraggio di quanto si possa immaginare.
Siete pronti a una nottata di magia e sorprese, tra creature curiose e bizzarre, una villa stregata e colpi di scena inaspettati?
Ma soprattutto, sarete abbastanza audaci da assaggiare il satanarchibugiardinfernalcolico Grog di Magog?

La notte dei desideri è una storia dolce e divertente, incantevole e spassosa, dotata di tutti quegli ingredienti che piacciono ai bambini e che li fanno ridere, oltre che emozionare.